Alta resa

NutriFibre garantisce la massima produzione proteica ed energetica totale per ettaro rispetto alle altre specie di prato. NutriFibre consente quindi di risparmiare sull’acquisto di mangimi concentrati, riducendo i costi della produzione di latte.

 

30% in più di sostanza secca

Dopo la semina, NutriFibre utilizza moltissima energia per sviluppare l’apparato radicale. Questo spiega perché NutriFibre ha una partenza più lenta nel primo anno rispetto alle altre tipologie di prato. Solo dopo
aver sviluppato un solido apparato radicale, produce un prato ad alta resa. Un progetto di ricerca della durata di tre anni ha dimostrato che NutriFibre produce il 30% in più di sostanza secca e il 30% in più di proteine rispetto al loietto perenne (tabella 1).Con una corretta gestione del prato è possibile mantenere perfetta la qualità del foraggio per molti anni. NutriFibre ha una durata elevata e una resa elevata per almeno dieci anni, con produttività costante.

 

Table 1: Difference in protein yield between NutriFibre and perennial ryegrass.
Source: Louise Bolk Instituut (NL), 2011

 

Maggiore produzione di latte

Le vacche consumano più mangime se la loro razione contiene NutriFibre. NutriFibre rallenta anche la velocità di transito della razione totale all’interno della vacca. Ciò migliora l’efficienza di utilizzo dei nutrienti disponibili, che determina una maggiore produzione di latte (figura 1).Oltre ad un aumento della produzione di latte, un rumine sano determina anche un aumento del contenuto di grassi e proteine nel latte.

 

A = loietto perenne - trifoglio
B = NutriFibre
C = loietto perenne - loietto perenne ibrido - trifoglio
D = Festulolium - loietto perenne - trifoglio

 

 

Source: Seges Denmark, 2015

Riduzione dei costi del mangime

L’aggiunta di NutriFibre alle razioni alimentari riduce i costi del mangime. In molti casi l’aggiunta di fibra efficace è indispensabile. Un contenuto di NutriFibre del 20% nel foraggio insilato equivale a un kg di paglia di frumento nella razione. Sostituendo NutriFibre alla paglia, le vacche riescono a cavarsela con una quantità molto più bassa di mangime concentrato, perché NutriFibre contiene energia e proteine sufficienti per ottenere un’eccellente produzione di latte. Ciò determina una riduzione dei costi pari a 30 centesimi al giorno per vacca. Per un’azienda lattiero-casearia con 100 vacche, ciò significa un risparmio di oltre € 10.000 all’anno.

Quando effettuare la semina

È importante seminare NutriFibre al momento giusto; il periodo di semina scelto avrà un grosso impatto sui risultati negli anni successivi. Poiché al momento della semina la temperatura del terreno deve essere superiore a 12 °C, è consigliabile seminare NutriFibre tra il 1 marzo e il 15 settembre. Per ottenere risultati ottimali è necessaria un’adeguata copertura del terreno, 50 kg di semi per ettaro.

 

Controllo delle infestanti
NutriFibre spende moltissima energia per sviluppare l’apparato radicale. Questo spiega perché il suo sviluppo al di sopra del terreno è più lento subito dopo la semina. È importante controllare le infestanti
in uno stadio precoce dello sviluppo. Per quanto riguarda la seconda stagione, i prati prospereranno e supereranno la resa di tutte le altre specie di erbacee.

 

Flessibilità nei tempi di taglio
I tempi di taglio sono flessibili perché la qualità del valore nutrizionale di NutriFibre diminuisce più lentamente quando la coltura giunge a maturazione rispetto, ad esempio, al loietto perenne o al festulolium.Ciò rende i coltivatori meno dipendenti dalle condizioni meteorologiche, offrendo maggiori garanzie di ottenere un insilato perfetto.

 

 

Dove acquistare NutriFibre?

NutriFibre è disponibile nella nostra miscela GreenSpirit•NutriFibre.Fare clic sul pulsante per trovare uno dei nostri distributori per l’acquisto di GreenSpirit•NutriFibre.Domande su NutriFibre? Non esitate a contattarci inviando un’email all’indirizzo export@barenbrug.nl.

indietro